martedì 16 luglio 2019

Confettura di ciliegie

Ricetta di Christine Ferber applicata a ciliegie durone nero, modificata.


Ingredienti:
3 kg                       Ciliegie durone nero denocciolate
3                            Limoni (solo succo)
2,400 kg                Zucchero semolato
2 bustine                Pectina 3:1 (la ricetta originale prevede 100 ml di gelatina di mele verdi)

Preparazione:
Lavare bene le ciliegie con soluzione di bicarbonato, sciacquarle abbondantemente, asciugarle ed eliminare piccioli e noccioli. Metterle in un recipiente di acciaio inox e mescolarle allo zucchero ed al succo di limone e lasciarle riposare al fresco per 1 oretta. Passare il recipiente su fiamma moderata e portare ad inizio ebollizione mescolando ogni tanto. Coprire con coperchio ermetico e mettere al fresco per una notte.  La mattina seguente scolare le ciliegie e portare ad ebollizione il liquido a cui si è aggiunta a freddo la pectina. Schiumare e far bollire per 5', aggiungere quindi la frutta scolata e far riprendere il bollore per almeno altri 5', controllando la densità (goccia su piattino freddo). Invasare, tappare e far raffreddare i vasetti capovolti.



Osservazioni:
Con queste dosi vengono 14 vasetti da 250 ml.

Confettura di albicocche cercando Letona

La più buona confettura di albicocche che ho mangiato era la australiana Letona,  profumata, con pezzi di buonissime albicocche e confezionata in scatole di latta con una etichetta turchese. Da moltissimi anni non la vedevo più e ho scoperto che la fabbrica ha chiuso i battenti nel febbraio del 1994. Sto provando a seguire le ricette di Christine Ferber e mi è venuta voglia di vedere se mi riesce di avvicinarmi al sapore e consistenza della Letona.

...e finalmente ci sono arrivata,  seguendo la ricetta della mitica Ferber.
Fondamentali sono le albicocche, che devono essere mature, ma sode. Le mie Reale d'Imola, quando sono mature sono ottime, ma pastose e la buccia è sempre rovinata dal Corineo o dalla Monilia.
Questa volta le ho acquistate.

Ingredienti:
1 kg                          albicocche denocciolate
800 gr                       zucchero semolato
2                               limoni grandi (solo il succo)
200 ml                      acqua

Preparazione:
Lavare bene le albicocche in acqua e bicarbonato e sciacquarle molto bene. Scolarle e asciugarle delicatamente. Dividerle in due ed eliminare il nocciolo. Porle in un contenitore di acciaio inox e mescolarle allo zucchero, al succo di limone ed all'acqua. Coprire con coperchio a tenuta e mettere al fresco per una notte. Al mattino successivo porre il recipiente sul fuoco moderato e portare quasi all'ebollizione. Richiudere e lasciare al fresco per tutto il giorno. La sera scolare le albicocche  e mettere lo sciroppo su fuoco vivo, schiumando di tanto in tanto, fino a che raggiunge la temperatura di 105°C. A quel punto si uniscono anche le albicocche (la ricetta della Ferber qui prevede  di pelare le mezze albicocche prima di metterle nello sciroppo, a me piacciono i pezzi con la buccia e l'ho lasciata) e si fa riprendere il bollore e lo si mantiene per 5'. Si invasa il tutto cercando di suddividere bene albicocche e sciroppo, si tappa e si raffreddano i vasetti capovolti.

Osservazioni:
Il liquido, quando è caldo, è molto liquido, ma raffreddandosi acquista una consistenza "mielosa".
Sapore e profumo ottimi.
Con 6 kg di albicocche denocciolate ho ottenuto 16 vasetti da 500 ml.

sabato 29 giugno 2019

Mousse di pollo





Solito problema, cosa preparare per anziani con questa afa? Insalata di pollo? Perchè non provare a fare una mousse?

Ingredienti:
2                                       petti di pollo
2                                       carote
1                                       gambo di sedano
1                                       cipolla
q.b.                                   sale
200 gr                               mascarpone
q.b.                                   capperi sotto sale
q.b.                                   prezzemolo tritato
q.b.                                   cipolline sott'aceto
q.b.                                   cetriolini sott'aceto

Preparazione:
Lessare in acqua già bollente con carote, cipolla, sedano e poco sale due petti di pollo interi. Scolarli e lasciarli intiepidire per poi spezzettarli con le mani. Metterli nel robot da cucina con un poco di olio e aggiungere poco brodo alla volta fino ad ottenere una crema fluida ma sostenuta. Quando il tutto si sarà raffreddato unire il mascarpone, i capperi dissalati e tritati e il prezzemolo tritato.Completare con cipolline e cetriolini sott'aceto.


sabato 1 giugno 2019

Torta in padella allo yogurt e fragole

Ricetta tratta da Natalia Cattelani in "Tempo di cottura" e modificata con l'aggiunta di crema pasticcera e fragole.
Il disco asportato è diventato un assaggio
casalingo farcito con crema e fragole

Ingredienti:
300 gr                                     farina 0
1 bustina                                  lievito istantaneo per pizze
190 gr                                     zucchero
3                                             uova intere
240 gr                                     yogurt magro non dolcificato
120 gr                                     olio di semi di girasole bio
1 cucchiaino                            aroma per dolci lievitati

Preparazione:
Preparare una padella antiaderente unta con un po' di burro.
Montare le uova con lo zucchero, aggiungere l'aroma per dolci lievitati, lo yogurt, l'olio e, a poco a poco la farina setacciata con il lievito. Scaldare bene la padella e versarvi tutto l'impasto. Coprire immediatamente con il coperchio ed abbassare la fiamma al minimo (al limite dello spegnimento) e cuocere fino a che la superficie appare asciutta (fare prova stecchino). Oggi il mio tempo di cottura è stato di 80'.

Preparare una crema pasticcera con 3 tuorli, 90 gr zucchero, 75 gr farina 00, 500 ml di latte, bucce di limone e una bustina di vanillina. Quando la torta si è intiepidita ritagliare un disco di 1,5-2 cm di spessore (ho inciso tutto il cerchio e poi, infilando il coltello di lato e facendo girare solo la punta, sono riuscita a ritagliare il disco in un unico pezzo. In pratica si forma solo una piccola fessura sul lato, al massimo due. Spalmare la crema pasticcera e ricoprirla di fragole. L'deale sarebbe rivestirle con un po' di gelatina, ma ne ero sprovvista e mi sono limitata ad aggiungere zucchero a velo.


Osservazioni:
E' una torta morbidissima e profumata, che si presta ad essere farcita.

martedì 28 maggio 2019

Torta al cacao in padella senza lattosio con crema di nocciole

Dalla ricetta di Natalia Cattelani su "tempo di cottura". L'avevo già provata una volta e mi si era cotta troppo. L'ho rifatta con una variante, la crema di nocciole al posto della cioccolata fondente.


Ingredienti:
200 gr                           farina per dolci di tipo 0
30 gr                             cacao amaro
1                                   bustina di lievito per dolci
3                                   uova intere
180 gr                           zucchero
80 gr                             latte di riso
60 gr                             olio di semi di girasole bio
1 vasetto                       crema di nocciole
una padella di 28 cm. di diametro con coperchio.

Preparazione:
Con una frusta battere le uova con lo zucchero, aggiungere il latte di riso e l'olio e unire a poco a poco la farina setacciata assieme al lievito ed al cacao. Ungere la padella e scaldarla bene sul fuoco. Versarvi 2/3 dell'impasto e aggiungere velocemente la crema di nocciole a cucchiaiate, ricoprire con il resto dell'impasto, incoperchiare e cuocere a fuoco bassissimo per circa 40 minuti (controllo con stecchino alla periferia per non infilarlo nella crema di nocciole)

Osservazioni:
Buona e non tanto dolce, la crema di nocciole le conferisce una piacevole morbidezza. Io l'ho rovesciata in un piatto e spolverata di zucchero a velo, ma la prossima volta la metterò in un piatto più grande dopo averla rigirata (la base, più cotta della superficie, consente di prendere le fette più agevolmente).



domenica 5 maggio 2019

Torta di mele senza glutine e senza lattosio in padella

Ho provato a fare una torta in padella ed è stato un disastro. La padella era vecchia e  poco antiaderente, il fuoco troppo forte e così si è bruciata. Oggi avevo un resto di farina per dolci senza glutine e mi son detta perso per perso la devo finire e riprovo con la ricetta della torta di mele di Natalia Cattelani. Cumò stin a viodi!


Ingredienti:
200 gr                           farina per dolci senza glutine
1/2                                bustina di lievito per dolci
2                                   uova intere
100 gr                           zucchero
1/2                                limone (solo il succo)
65 gr                             olio di semi di girasole
3                                   mele golden appassite
2 cucchiaini                   cannella
25 gr                             zucchero
una padella di 28 cm. di diametro con coperchio.


Preparazione:
Pelare e tagliare a fettine le mele, mescolarle con zucchero e cannella.
Imburrare la padella e metterla sul fornello, con uno spargifiamma, e con fuoco al minimo.
Montare le uova con lo zucchero, aggiungere l'olio ed il succo di limone e unire a poco a poco la farina setacciata con il lievito. Mescolare alle mele, versare nella padella calda, pareggiare con un cucchiaio e coprire subito con un coperchio a buona tenuta. Dopo 75-80' la torta dovrebbe essere cotta, controllare con stecchino. Volendo si può capovolgere sopra una carta forno e rimettere in padella con la carta per rosolare un po' di più la superficie, ma non è necessario.

Notare la fiammella del fornello (misura media preferibile a quella piccola per la migliore distribuzione del calore)






Osservazioni:
Torta soffice e ben cotta, della ricetta originale mancano solo le noci spezzettate in superficie per ovvie ragioni.
Se si sceglie un impasto equilibrato, una padella antiaderente nuova e si tiene il fornello al minimo e con spargifiamma, il risultatoè buonissimo.

mercoledì 1 maggio 2019

Crostata senza glutine e senza lattosio





Ingredienti:
300 gr.                Farina per dolci gluten free
2.                        Uova intere
110 gr.                Zucchero semolato
1 cucchiaino        Aroma per dolci lievitati (o semplice buccia di limone)
100 ml.               Olio di semi di girasole
1/2 bustina.         Lievito per dolci
300 gr                Confettura di mele cotogne

Preparazione:
Mescolare bene le uova con lo zucchero, aggiungere l'olio, la buccia di limone grattugiata (o l'aroma per dolci lievitati) e, poco a poco, la farina setacciata con il lievito.
Stendere 2/3 dell'impasto su carta forno e rivestire una tortiera. Aggiungere la confettura e completare con la frolla rimasta formando una griglia. Infornare a 175° C in forno ventilato per circa 30' o fino a doratura .




Osservazioni:
Buona! E' solo un po' più morbida di una crostata classica.

La principale difficoltà sta nella gestione dell'impasto che si presenta molto appiccicoso. Ho risolto con carta forno e spolverando con la stessa farina usata per la preparazione, la griglia l'ho fatta con sac a poche e bocchetta da 1 cm. e ho utilizzato una confettura di mele cotogne che è piuttosto asciutta e consistente.