domenica 13 gennaio 2019

Riso Apollo con capesante





Ingredienti: (per 2 persone)
16                            capesante surgelate
1/2                           cipollina
50 gr                        burro
q.b.                          sale
q.b.                          pepe
q.b.                          prezzemolo tritato
2 cucchiai                 pane grattugiato
160 gr                      riso Apollo

Preparazione:
Rosolare nel burro la cipolla tritata senza far prendere colore, appoggiarvi sopra le capesante scongelate e dopo poco rigirarle, salarle e peparle. Aggiungere il prezzemolo e, alla fine, unire il pangrattato al fondo di cottura (spostando eventualmente i molluschi per evitare che cuociano troppo.
Nel frattempo lessare il riso Apollo (riso lungo aromatico italiano simile al Basmati) e impiattare a contorno delle capesante. Non servono altri condimenti, il riso è ottimo  già cosi.


venerdì 11 gennaio 2019

"Pizza" di cavolfiore



Ingredienti:
600 gr.                         cavolfiore
2                                  uova
80 gr                            parmigiano grattugiato
q.b.                              sale
q.b.                              pepe
2 cucchiaiate                 olio extravergine di oliva
2                                  mozzarelle
200 gr                          salsa di pomodoro
q.b.                              origano
q.b.                              sale
q.b.                              olio extravergine di oliva

Preparazione:
Pulire il cavolfiore, dividerlo in piccole cimette e passarlo nel cutter fino a ridurlo ad una massa farinosa. Mescolare questa "farina" con 2 uova intere, il parmigiano grattugiato, sale e pepe e stenderla sul fondo di una pirofila di cm 30x40, preferibilmente rivestita di carta forno. Pressarla bene con il dorso di un cucchiaio per dare compattezza e infornarla a 240°C per 30'. Quando è rosolata in superficie distribuirvi la salsa di pomodoro, la mozzarella , l'origano, poco sale ed un goccio di olio extravergine di oliva. Infornare per altri 20' ed è fatta.

da tagliare in pezzi più piccoli per facilitare il lavoro del cutter





Osservazioni:
Molto buona, mi manca solo la croccantezza dei bordi della pizza classica, ma il resto c'è tutto. Da provare nelle varie combinazioni (p.es. insaporita con curcuma o farcita con verdure varie, prosciutto, formaggi...)

Stinchi di maiale al forno con patate





Ingredienti (per 2 persone):
1                                    stinco di maiale
1                                    cipolla
1                                    carota
1                                    gambo di sedano
q.b.                                acqua
q.b.                                sale grosso
q.b.                                pepe nero in grani
2 cucchiai                       olio extravergine di oliva
1                                    spicchio d'aglio
1                                    rametto rosmarino
1/2 bicchiere                  vino bianco secco
3                                    patate a pasta gialla

Preparazione:
Mettere a bollire una pentola d'acqua con sedano, carota, cipolla, sale poco e pepe in grani. Quando bolle immergervi lo stinco per circa 30'. Trascorso il tempo scolarlo, asciugarlo e infornarlo a 170°C  in una teglia con l'olio, sale, pepe e rosmarino. Sfumare con il vino bianco e, a  metà cottura, aggiungere le patate in spicchi e l'aglio. Continuare la cottura a forno moderato rigirando spesso lo stinco ed eventualmente aggiungendo un goccio d'acqua se si asciugasse troppo. Quando la carne si presenta morbida è pronto (circa 45'-60')


Osservazioni:
Ispirato da ua ricetta di Cookaround.
Si consiglia stinco fresco di maiale giovane.

giovedì 3 gennaio 2019

Canederli bis

Dopo quasi 8 anni ho finalmente fatto la sequenza fotografica della preparazione dei canederli di casa nostra, la prima ricetta che ho postato sul blog. Buon anno a tutti!


lunedì 31 dicembre 2018

Orecchie di Aman

Sono dolci della tradizione ebraica che si preparano per la ricorrenza del Purim.
Presentati a La Prova Del Cuoco da Natalia Cattelani ne ho recuperata la ricetta dal suo blog "Tempo di cottura".

Ingredienti (per 25 biscotti):
2                     uova
100 gr.            zucchero
40 gr.              olio extravergine di oliva delicato
1 cucchiaino    aroma panettone (o più semplicemente la buccia grattugiata di un limone)
300 gr.            farina 0
1/2 bustina       lievito per dolci
q.b.                 confettura varia purchè solida




Preparazione:
In una ciotola mescolare le uova intere con lo zucchero, l'aroma panettone o buccia di limone, l'olio e incorporare la farina insieme con il lievito. Se l'impasto risultasse troppo appiccicoso si aggiunge un po' di farina, si lavora bene e poi si avvolge in una pellicola e si mette a riposare in frigorifero per almeno 30' (meglio di più che di meno, ne va della formatura del biscotto).
Accendete il forno a 170 gradi.
Stendere l’impasto non troppo sottile, con l’aiuto di un bicchiere o di un tagliapasta ritagliare dei dischi e  mettere al centro di ogni disco un cucchiaino di confettura a piacere. Rialzare 3 lembi del cerchio in modo da racchiudere il ripieno e disporre i biscotti sopra una placca foderata di carta forno.
Infornare e cuocere per circa 15 minuti.

Osservazioni:
La parte più difficile è la chiusura del disco a formare un triangolo con al centro la confettura. Io mi sono trovata bene sollevando due lembi in contemporanea e saldando prima il vertice, per poi tirare su anche il terzo lembo e ribatterlo sopra le estremità libere degli altri due. Se non sono ben saldati c'è il rischio che in cottura si aprano.
P.s.: molto buoni!


domenica 23 dicembre 2018

Pomodori secchi sott'olio

Abbiamo appena assaggiato i nostri pomodori secchi conservati sott'olio e visto l'ottimo risultato ne descrivo il procedimento.

Ingredienti:
Pomodori San Marzano ben maturi, appena raccolti, puliti con un canovaccio umido, divisi in due per lungo e messi in essiccatore con la buccia in basso a 56°C fino ad essiccazione completa (da noi quasi 2 giorni).
Capperini sotto sale, dissalati sotto un getto di acqua fredda.
Aceto di vino bianco.
Sale.
Acqua.
Olio extravergine di oliva saporito.
Questo vasetto non è pertinente, trattasi di Ajvar sopra l'essiccatore con i pomodori
Preparazione:
Metto a bollire acqua e aceto in parti uguali con un po' di sale grosso. Appena raggiunge l'ebollizione tuffo i pomodori secchi ed i capperi per un paio di minuti e li scolo bene. Li metto ancora bollenti in vasetto alternando strati di pomodori e capperi all'olio e chiudo il coperchio.
Il giorno dopo controllo il livello dell'olio ed eventualmente rabbocco.

Si conservano a t° ambiente al buio.

giovedì 20 dicembre 2018

Focaccia e bambolotti di Natale

Avevo un resto di farina grandi lievitati del mulino di Pordenone e un esubero di licoli. Mi è tornato alla mente il pupazzetto che mia madre ci faceva per Natale assieme alle focacce dolci e ho provato a rifarlo.

In cottura si sono persi i mirtilli (occhi) e le decorazioni
...della serie brutti ma buoni.

Ingredienti:
1000 gr                       farina grandi lievitati
500 gr                         farina tipo 1
300 gr                         licoli
500 gr                         latte
400 gr                         acqua
250 gr                         burro   
5                                 tuorli d'uovo
100 gr                         zucchero
2 cucchiai                    miele di acacia
1 cucchiaio                  aroma panettone
150 gr                         uvetta
1 cucchiaio  raso          sale



Preparazione:
Ho messo nella planetaria il licoli appena rinfrescato (3 rinfreschi consecutivi) e l'acqua, ho inserito la foglia e fatto amalgamare bene il licoli con l'acqua, poi ho cominciato ad aggiungere la farina alternandola a poco latte alla volta. Alla fine ho sostituito la foglia con il gancio e ho continuato a mescolare unendo piano piano le uova, l'aroma panettone, il sale ed il miele che avevo in precedenza mescolato allo zucchero. Ho aggiunto ancora farina e, quando il composto mi è parso omogeneo, ho cominciato ad aggiungere un po' alla volta il burro morbido a piccoli pezzi. Ho fatto andare la planetaria alternando velocità bassa a velocità alta, mai più di 90 giri al minuto e alla fine ho unito l'uvetta (precedentemente ammorbidita in acqua tiepida, strizzata, asciugata e leggermente infarinata). Quando la massa si è staccata dalle pareti della ciotola l'ho travasata in un contenitore ben imburrato, ho fatto un giro di pieghe, l'ho coperta e messa in camera di lievitazione a 38°C. Al raddoppio l'ho messa in frigorifero per tutta la notte a +4°C. Al mattino era triplicata e l'ho tenuta a t° ambiente per 1 oretta, poi l'ho rovesciata sulla spianatoia e le ho fatto  3 pieghe, la ho quindi porzionata formando 3 focacce tonde e due pupazzi. Una parte è rimasta a lievitare a t° ambiente (circa 18°C) e una parte è finita in camera di lievitazione a +28°C.
Al raddoppio ho acceso il forno ventilato (mi funziona solo quello) a 175°C per 45'. Controllato la temperatura con sonda a 93°C ho sfornato e messo a raffreddare su gratella.

Osservazioni:
Devo rivedere la formazione dei pupazzi. Cercherò di aggiustarli con la glassa (un'impresa! Si accettano consigli)